Nuovo Rettore del Santuario della Nostra Signora dell'Impossibile (Brasile)

Notizie
Tipografia

Domenica scorsa, il 3 febbraio 2019, P. Luis Telmo Feitosa MSF ha assunto le sue funzioni come rettore del Santuario della Nostra Signora dell’Impossibile, a

Patu, Rio Grande do Norte, Brasile. Questo ministero è stato a lui affidato dalla Provincia Bresile Meridionale dei Missionari della Sacra Famiglia, rappresentati da P. Itacir Brassiani msf, attuale Superiore Provinciale. Hanno partecipato alla celebrazione, oltre ai numerosi pellegrini che ogni domenica salgono la maestosa Serra do Lima, i sacerdoti João Carlos Araujo da Silva MSF, che ha servito nel santuario e nella parrocchia dal settembre 2018, e Islan Alves Gonçalves MSF, presente a Patu da più di tre anni, e che continuerà a prestare i suoi servizi in questo luogo di evangelizzazione e pietà popolare. Negli ultimi mesi, il lavoro amministrativo è stato provvisoriamente assunto dal giovane aspirante Giovani Castoldi. Il prossimo marzo, il gruppo missionario sarà completato con l'arrivo di P. Isidoro Ludwig MSF, che verrà da Caldas Novas, Brasile Centrale.
Il Santuario della Nostra Signora dell’Impossibile è considerato il santuario cattolico più bello e la settima meraviglia del Rio Grande do Norte. I pellegrinaggi hanno cominciato nel lontano 1758. Il santuario è stato affidata ai Missionari della Sacra Famiglia quasi 100 anni fa, nel 1923. La chiesa-santuario attuale fu costruita alla fine del 1960, sotto il coordinamento del missionario tedesco P. Henry Spitz MSF. La sua architettura imita una navicella spaziale, ispirata al primo viaggio umano sulla luna, che avvenne al momento della progettazione del tempio. Fa parte del complesso del Santuario un'ampia spianata, circondata da un muro eretto totalmente con pietre delle colline della regione; un ostello con capacità di ospitare più di 60 persone; la residenza dei missionari, che è una casa in stile coloniale di oltre 100 anni; una diga, che raccoglie l'acqua piovana per fornirla al Santuario; un belvedere, che domina la città di Patu e l'immensa pianura in cui si trova.
Il team missionario del Santuario è composto dai sacerdoti Missionari della Sacra Famiglia e una squadra generosa di volontari, con la collaborazione puntuale della diocesi di Mossoro. Oltre all’accoglienza dei pellegrini durante i giorni feriali, questa squadra promuove circa 30 pellegrinaggi annuali, alcuni, come il pellegrinaggio della gioventù, radunano più di 10 mila persone. Molti degli oltre 300.000 pellegrini annuali percorrono a piedi i 1.500 metri della strada della Serra, dimostrando una fede tanto forte quanto radicata nella cultura e nel cattolicesimo popolare. L'invocazione di Maria come Madonna dell’Impossible sottolinea un aspetto importante della spiritualità cristiana: per Dio nulla è impossibile, sicomme nulla è impossibile per coloro che credono, come ci ensegna il Vangelo di Gesù.
Itacir Brassiani msf

Versione in portoghese 

Più Letti